domenica 26 febbraio 2017 ore 18:00

GLI AGGREGATI
COMPAGNIA TEATRALE

LEGGONO 

SYLVIA PLATH


Questo è l'inverno, questa è la notte, piccolo amore


seguirà un piccolo aperitivo




Quando cerchi informazioni su questa poetessa la prima cosa che ti capita di leggere è soprattutto la storia della sua vita personale, della sua depressione e della sua tragica morte. Sylvia Plath infatti muore suicida all’età di trent’anni. Portiamo in scena questo reading con l’idea di mettere al centro la poetessa Sylvia Plath, e focalizzarci su quello che ha scritto, le bellissime pagine del suo diario e le sue poesie. Per lei la scrittura è stata una lotta con un demone contrario, che sempre le sibilava all’orecchio l’inadeguatezza delle sue parole. Ma Sylvia studia con accanimento, si esercita, legge e confronta i propri versi con quelli dei poeti che più ama. «Vivo come una spartana, scrivo in preda a una febbre e produco quello che per anni avevo chiuso a chiave dentro di me. Mi sento stordita e molto fortunata. Continuavo a dirmi che ero il tipo che riusciva solo a scrivere quando era tranquilla e in pace, ma non è vero, la musa è venuta qui, adesso che Ted se n’è andato», scrive dopo la rottura con il marito. Le poesie di Sylvia Plath sono intense, appassionate, femminili e loro significanza è tutta li dentro, Sylvia Plath è tutta li dentro, e non dentro le note da cronaca nera che raccontano della sua morte.



La compagnia teatrale GLI AGGREGATI è stata fondata nel 1990, fa parte del circuito Teatro per Amore e, attualmente, è composta da: Marco Guercio, Giancarlo Antolini, Marinella Venturelli, Maurizio Sala, Claudio Dall’olio, Davide Sgarbi, Antonella Mattioli, Paola Castagnola, Stefania Ferrari, Luciano Ballatori. 
La compagnia si è avvalsa per vent’anni della regia e della recitazione di Luigi Gozzi, ora il ruolo è ricoperto da Giancarlo Antolini. Presenta spettacoli in modo continuativo presso il Teatro dei Venti, già Teatro dei Segni, in Via S. Giovanni Bosco ed il repertorio varia dal comico al drammatico cercando di alternare i generi.



sponsor


Con il patrocinio del Comune di Modena