STEFANO FERRARI

Modenese di Vignola, 45 anni il prossimo 8 aprile, è un giornalista professionista. Mai si definirebbe uno scrittore, piuttosto un osservatore curioso delle cose che vive e vede attorno a se, specialmente quelle legate alle storie di sport. Muove i primi passi alla Gazzetta di Modena nel 1992, poi sette anni più tardi scrive il suo primo libro "Ricordando Altavilla" che lo porta a lavorare per un paio di anni alla Mondadori. Tornato a Modena, si occupa di sport come redattore e telecronista ad Etv Antenna 1 e come corrispondente per il Corriere dello Sport -Stadio. Nel frattempo, si impegna in diversi uffici stampa (Coni, Modena Rugby Club, Modena Golf & Country Club, la Fratellanza e altri ancora), si reca in Cile per raccontare degli emigranti emiliani in Araucania (dal suo libnro viene tratta una soap opera che per 64 puntate va in onda sul primo canale cileno) ed a Gerusalemme per dare vita alla corsa della Pace, da cui trae lo spunto il volume "Corre la Pace". Lavora per Telelombardia e diventa consulente per il Gruppo L'Espresso per le iniziative speciali, fino ai giorni nostri quando esce il volume Su e giù dal podio - Venti storie modenesi, una raccolta di episodi che negli anni ha messo idealmente nel cassetto. Dal gennaio 2014 è responsabile dei servizi sportivi di TvQui e presto diventerà socio del Consorzio Creativo.  E' sposato ed ha due figli, non ha tempo libero e se ce l'ha non se ne accorge.