FABRIZIO SARACINO

Vive e lavora a Modena a partire dal 1988; per ragioni inerenti la sua maturazione artistica ha trascorso periodi di soggiorno a Milano e Parigi. 
Inizia ad esporre verso la fine degli anni ottanta intervenendo alla festa internazionale degli artisti organizzata a Milano. 

Poco più tardi ('89) si presenta in Puglia negli spazi della Galleria comunale della sua città natale (Casarano). Nel'92, di nuovo nel capoluogo lombardo, è la Galleria Treves a dedicargli una personale. Nello stesso anno partecipa 
all'Omaggio a Colombo in occasione del cinquecentesimo anniversario della 
scoperta dell'America; nel frattempo il Circolo ippico Europa'92 di Modena gli dedica un'altra rassegna personale rivelatasi di grande successo. 

Nel '93 è presente a Ritratto nell'arte contemporanea: rassegna nazionale organizzata a Milano dalla Cariplo. Sue opere vengono presentate nell'ambito del Concorso Pavarotti International nelle edizioni 93, '94 e'95, per le ultime due disegna inoltre le rispettive Cartoline 
ufficiali. 

Ancora a Modena, tiene altre 
personali all'Hotel Real Fini ('95) e presso la Galleria Punto Arte ('99 e 2000). 

Il suo dipinto Sarajevo (del'93) è stato scelto come immagine per illustrare il progetto War Child per i 
Bambini della Bosnia del 1995. 

Un suo profilo è pubblicato nel Catalogo COMED edizioni d'arte del 1993.