Fabio Termanini




FABIO TERMANINI

Fabio nasce il 2/3/1993 sotto il segno dei pesci. Come impone lo zodiaco dimostra già da piccolo una spiccata creatività. Impara a disegnare prima di imparare ad allacciarsi le scarpe da solo;  coltiva poi crescendo questa passione (insieme a quella per l'arte, la musica e la moda) cercando di migliorarsi autonomamente e provando diverse tecniche e stili. Pur non frequentando un liceo artistico, concede largo spazio al disegno, scarabocchiando su ogni superficie abbia sotto tiro (foglietti, banchi, braccia). Diplomatosi, sviluppa un suo tratto identificativo. Predilige uno stile vignettistico, ritrae visi inusuali, ritratti con linee grezze e veloci, che fluiscono spontaneamente dalla mente alla mano. Nelle sue illustrazioni (che pubblica in diverse piattaforme) sono ammessi errori, usati per conferire unicità, asimmetria, freschezza. Sul foglio regna il bianco (che a suo dire "lascia libertà d'umore" nell'osservatore) linee pulite, con solo qualche nota psichedelica di colore solitamente tramite l'acquarello, giusto per dirigere verso un emozione. Seppur curioso e voglioso di imparare la tecnica, lo affascina il tratto naïf dei suoi disegni, che definisce "primordiale".