CARLO BATTELLI

CARLO BATTELLI è nato a Modena nel 1976. 

Ha conseguito nel 2006 la laurea in Scienze della Comunicazione, con una tesi a carattere cinematografico dal titolo "Il meccanismo della paura nel cinema: riflessioni sull'opera di Dario Argento".

Nel 2007 ha partecipato, in qualità di aiuto regista, alla realizzazione di "Villa", lungometraggio di produzione indipendente.

Da ottobre 2007 si occupa della parte tecnica (riprese, montaggio e regia) della trasmissione televisiva "Italia Economia", in onda su emittenti regionali e su alcuni canali della piattaforma Sky.

A maggio 2009 debutta alla regia con il cortometraggio "... (punti di sospensione)".

Da gennaio 2011 inizia nuove esperienze lavorative nel campo dell’audiovisivo, realizzando videoclip, video aziendali e curando la parte tecnica di alcune trasmissioni in onda su emittenti locali. In particolare, realizza due documentari di carattere storiografico: “Sulla rotta del duca”, nel quale viene ripercorso il tratto fluviale che collegava Modena e Ferrara al tempo dei Duca D’Este; “Domus Clari Geminiani”, interamente dedicato al Duomo di Modena e alla sua storia.

Tra gennaio e giugno 2011 realizza altri due lavori, il cortometraggio “Tommy e Luy” e una breve docu-fiction dal titolo “UNO!”. A novembre dello stesso anno vince con quest’ultimo titolo il Cuneo Film Festival.

Ad aprile 2013 realizza a Torino il cortometraggio “La ballata di X e Y”, che partecipa a novembre dello stesso anno al ToHorror Film Festival. 

A giugno 2013 realizza il documentario “Happy Rain”, dedicato al tema della disabilità in ambito sportivo.

E’ tra gli autori di “Tellurica – Racconti dal cratere”, film collettivo in dieci episodi che racconta il sisma del 2012 avvenuto in Emilia. Il suo episodio si intitola “Shell Shocks Radio”.